Mediante la fede nell’ Evangelo

Cornelio, un centurione della coorte detta ‘l’ Italica’ che abitava in Cesarea, quantunque fosse un uomo che temeva Iddio con tutta la sua casa e facesse molte elemosine al popolo e pregasse Dio del continuo, era un uomo morto nei suoi falli e nei suoi peccati. Era un uomo sulla via che mena in perdizione. Infatti fu necessario che mandasse a chiamare Simone soprannominato Pietro il quale entrato in casa sua predicó l’ Evangelo a lui, ai suoi familiari e i suoi intimi amici che erano quivi radunati e mediante il quale furono salvati. Corneli non fu quindi salvato per opere ma mediante la fede nell’ Evangelo. Noi dunque riteniamo che l’ uomo è salvato mediante la fede nell’ Evangelo, senza le opere della Legge (cfr. Romani 3:28).

Gianni Mangiapia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.